Francia e Vaticano

Francia e Vaticano Ingrandisci

Dall’avvento al soglio pontificio di Pio XII fino alla disfatta francese (1939-1940)

Maggiori dettagli

  • Autore: Liliana Senesi
  • Anno: 1995
  • Formato: 17 x 24 cm.
  • Pagine: 216 pp.
  • ISBN: 88-7145-095-7

12,00 €

10 Articoli disponibili

Aggiungi alla lista dei desideri

Con l'acquisto di questo prodotto è possibile raccogliere fino a 1 Punto Fedeltà. Il totale del tuo carrello 1 point può essere convertito in un buono di 0,20 €.


Questo volume ha come obiettivo quello di ricostruire le relazioni che intercorrevano fra Francia e Vaticano negli anni 1939-1940. In particola modo viene posto l'accento sui tentativi messi in opera dalla Santa Sede per ricercare un riavvicinamento fra Italia e Francia, necessaria, secondo il pensiero di Pio XII, alla pace nel vecchio continente. La ricerca ha posto in evdenza il contrasto che in questo periodo si verficò fra il Vaticano (deciso a mantenere una posizione di stretta neutralità) e il governo francese, che avrebbe preferito invece una aperta presa di posizione del papa a favore delle democrazie e una condanna esplicita, secca e decisa delle dittature. Negli anni '20 la Francia era ancora considerata insieme all'Italia, il principale avversario del Vaticano. L'anticlericalismo, esploso durante la Rivoluzione Francese, aveva sradicato quasi del tutto il cattolicesimo. Migliaia di preti furono ghigliottinati o mandati in esilio, le statue sacre furono abbattute o mutilate; spogliate le chiese. Città, strade e mercati che portavano il nome di un santo furono ribattezzati, mentre la settimana, con il suo giorno dedicato al culto del Signore, venne sostituita da una decade con un giorno dedicato alla gioia.

  • Autore Liliana Senesi
  • Anno 1995
  • Formato 17 x 24 cm.
  • Pagine 216 pp.
  • ISBN 88-7145-095-7