La collezione degli strumenti di anestesiologia

La collezione degli strumenti di anestesiologia Ingrandisci

Patrimonio storico-scientifico dell’Università di degli Studi di Siena - Mater.iali 5

Maggiori dettagli

  • Autore: a cura di Gualtiero Bellucci, Gigliola Terenna e Francesca Vannozzi
  • Anno: 2001
  • Formato: 14 x 24 cm.
  • Pagine: pp. 192, ill
  • ISBN: 88-7145-180-0

9,00 €

10 Articoli disponibili

Aggiungi alla lista dei desideri

Nessun punto fedeltà per questo prodotto.


Nel discorso L’Avvenire della Chirirgia letto per la solenne inaugurazione del nuovo anno accademico l’11 novembre 1920, nell’aula magna della R. Università di Siena, il professor Vittorio Remedi afferma: “Venne l’anestesia, che rese possibili le operazioni di lunga durata e l’adozione di essa segna veramente l’inizio della chirurgia contemporanea” e più oltre, ricordando il docente senese David Giordano e il Compendio di Chirurgia italiana uscito nel 1911, Remedi cita “le miscele narcotiche utili a diminuire il dolore durante l’operazione”, per poi concludere: “Molto resta da fare per migliorare l’anestesia. Noi non conosciamo che empiricamente i meravigliosi effetti dell’etere e del cloroformio, che sono dei veleni ad effetti benefici”.

  • Autore a cura di Gualtiero Bellucci, Gigliola Terenna e Francesca Vannozzi
  • Anno 2001
  • Formato 14 x 24 cm.
  • Pagine pp. 192, ill
  • ISBN 88-7145-180-0

11 other products in the same category: