Volterra

Volterra Ingrandisci

Guida alla città e ai dintorni

Maggiori dettagli

  • Autore: Alessandro Furiesi
  • Anno: 2007
  • Formato: 15 x 24 cm.
  • Pagine: 96 pp., ill.
  • ISBN: 88-7145-235-6

6,00 €

10 Articoli disponibili

Aggiungi alla lista dei desideri

Nessun punto fedeltà per questo prodotto.


Volterra è una città che – cosa rara in Italia – custodisce con gelosa attenzione le proprie prerogative culturali. Conserva un che di aristocratico anche nel difficile approccio che riserva al visitatore che tenta di affrontarne la visita: una strada per raggiungerla di straordinario impatto ambientale – sia per chi vi giunga dal mare che dalla valle dell’Elsa o dell’Era – ma impervia come poche, un clima rigido dell’inverno – che sembrano chiudere questa antica città come in un guscio. La sua anima è forse proprio in queste contraddizioni: essere un’opera d’arte patrimonio del mondo della cultura e, al contempo, estranea ai grandi flussi “di massa” del turismo, che ha preferito puntare alla qualità, ha voluto, coscientemente, distinguersi sul piano di un’offerta senza cedimenti al più trito consumismo del turismo “mordi e fuggi”, come purtroppo si vede in altri contesti. Volterra dunque è un luogo difficile da trovare, che richiede impegno e disponibilità, pretende una ricerca.

In questa appassionante impresa ci guida Alessandro Furiesi autentico genius loci, ancorato alla sua terra con le sue crete grigie e i riflessi del mare in lontananza, che ci conduce tra le sue austere mura, i suoi palazzi antichi con la semplicità che possiede solo chi ha un uso quotidiano con tanta storia e tanta bellezza. E il fluire del tempo si percepisce a ogni passo, è segnato in ogni pietra, quasi che la Natura, nel suggerire ai primi abitanti il luogo più adatto per le fondamenta del villaggio, avesse deciso fin da subito che Volterra dovesse essere il riferimento immediato, il fulcro, il baricentro stesso delle terre che vanno dall’Appennino al mare.

La guida ha lo scopo precipuo di divulgare in Italia e fuori le conoscenze più aggiornate su questi tesori irripetibili. Essa ha il carattere di guida tascabile, che comunque non rinuncia a descrivere nel dettaglio le cose notevoli della città in modo da creare nel lettore una visione attraente della stessa per risvegliarne l’interesse e suscitare il desiderio di conoscerla e apprezzarla.

Qualcuno ha definito Roma una città che si presta a esser letta come un libro di storia a tre dimensioni, lo stesso si può dire di Volterra: dalle sue lontanissime origini etrusche ai nostri giorni, ha sempre modificato il suo look restando fedele a sé stessa, eterna e immutabile, ma in realtà sempre viva e movimentata: è una città che si gusta andando a piedi, lasciandosi incantare da angoli segreti e nascosti o restando folgorati da capolavori stupefacenti come l’Ombra della sera o la Deposizione del Rosso.

Volterra è nei suoi musei ma anche in quel “museo diffuso” che sono le sue vie e le sue piazze, i le sue architetture civili e sacre, e quegli scorci di paesaggio “ove per poco/Il cor non si spaura”.

L’autore di questa guida, minuto osservatore, sente prepotentemente il fascino dell’antica città e ne evoca con significativa efficacia tutta la sua bellezza e poesia. Non trascura nessuna caratteristica della città, delle sue tradizioni millenarie, dei suoi edifici; si direbbe che l’anima multiforme della vecchia Volterra si mostri in tutta la sua profondità e intimità attraverso questa sintesi coerente che ne interpreta al meglio il senso e l’incanto segreto.

  • Autore Alessandro Furiesi
  • Anno 2007
  • Formato 15 x 24 cm.
  • Pagine 96 pp., ill.
  • ISBN 88-7145-235-6