Dal mare al bosco

Dal mare al bosco Ingrandisci

Parco costiero della Sterpaia

Maggiori dettagli

  • Autore: a cura di Leonardo Petri
  • Anno: 2003
  • Formato: 13,5 x 21 cm.
  • Pagine: 48 pp., ill.
  • ISBN: 88-7145

5,00 €

10 Articoli disponibili

Aggiungi alla lista dei desideri

Nessun punto fedeltà per questo prodotto.


Il parco naturalistico costiero della Sterpaia è un parco “riconquistato” alla speculazione immobiliare, a un turismo invasivo e di rapina, al degrado ambientale.

La guida illustra la storia e il paesaggio di questo litorale dell’“alta maremma toscana”, sopravvissuto ai grandi processi di bonifica e alle trasformazioni che hanno modificato l’assetto del golfo tra Piombino e Follonica.

Ma richiama anche la dolorosa vicenda di una lottizzazione abusiva, quella del bosco della Sterpaia, e la lunga e tenace azione amministrativa del Comune di Piombino che, in quasi 30 anni, passando indenne tra due condoni edilizi, ha portato alla demolizione di oltre 2000 costruzioni abusive e all’esproprio di centinaia d’ettari di terreno.

Si è trattato di uno dei rari casi nel nostro Paese dove l’abusivismo è stato del tutto sconfitto e le aree recuperate all’uso pubblico.

Dove potevano esserci strade, seconde case sul mare, recinzioni, arenili privatizzati, oggi c’è il Parco con spiagge, dune, pinete, boschi protetti, tutti pubblici e con i servizi essenziali per la loro libera e ordinata frequentazione.

Quando iniziò il recupero ambientale del bosco della Sterpaia, tra i motivi d’opposizione vi era anche la preoccupazione che con la demolizione di migliaia di costruzioni abusive si distruggesse anche un pezzo d’economia turistica, nata spontaneamente e illegalmente ma comunque tale da offrire opportunità per un territorio che stava subendo, sin dagli inizi degli anni Ottanta, le gravissime ripercussioni occupazionali della crisi della siderurgia.

Quelle preoccupazioni, progressivamente, hanno lasciato il passo alla percezione diffusa del valore del Parco, per la bellezza della sua natura “riconquistata” e per la straordinaria opportunità che sta ora offrendo allo sviluppo di un turismo qualificato e non invasivo.

Dal 2002 le spiagge del Parco costiero della Sterpaia sono state incluse tra le spiagge più belle d’Italia dalla “Guida Blu” del Touring Club Italiano, redatta in collaborazione con Legambiente.

Il Parco della Sterpaia e le altre risorse naturali e storico-archeologiche, che la Società Parchi Val di Cornia sta valorizzando nei Comuni dell’area, sono oggi le vere ricchezze del turismo locale.

Tutto questo dimostra, concretamente, che ambiente ed economia non sono in antitesi e che dalla loro interazione deriva una più alta qualità e sostenibilità dello sviluppo.

  • Autore a cura di Leonardo Petri
  • Anno 2003
  • Formato 13,5 x 21 cm.
  • Pagine 48 pp., ill.
  • ISBN 88-7145