Carta archeologica della provincia di Siena

Carta archeologica della provincia di Siena Ingrandisci

Vol. IX: Chianciano Terme

Maggiori dettagli

  • Autore: a cura di Giulio Paolucci
  • Anno: 2008
  • Formato: 22,5 x 29,5 cm.
  • Pagine: 240 pp., ill
  • ISBN: 978-88-7145-259-3

37,00 €

10 Articoli disponibili

Aggiungi alla lista dei desideri

Con l'acquisto di questo prodotto è possibile raccogliere fino a 3 Punti fedeltà. Il totale del tuo carrello 3 points può essere convertito in un buono di 0,60 €.


Poche righe sono d’obbligo per spiegare le caratteristiche di questo volume che dovrebbe costituire un aggiornamento della ricerca di oltre venti anni or sono dedicata al territorio di Chianciano Terme. Il punto di partenza è rappresentato proprio dalle ricognizioni effettuate tra il 1984 e il 1988, riprese poi brevemente tra il 1996 e il 1998. A queste si sono affiancate sistematiche indagini di archivio che hanno permesso da un lato di integrare alcune generiche notizie e dall’altro di recuperare informazioni su vecchie scoperte in località finora non conosciute, come ad esempio quelle presso le sorgenti Acqua Santa e Casuccini.

Alcuni siti individuati nel corso delle ricognizioni sono stati oggetto di indagini stratigrafiche, come nel caso della fattoria tardo etrusca di Poggio Bacherina, integralmente scavata tra il 1986 e il 1989, le necropoli della Pedata e di via Montale, indagate tra il 1990 e il 1994. Alle stesse ricerche di superficie si deve l’individuazione del ricchissimo sepolcreto dei Morelli, in cui è stata rimessa in luce una monumentale tomba “principesca”, ricostruita in una sala del Museo Civico Archeologico di Chianciano Terme, alle entusiasmanti scoperte del frontone ellenistico dei Fucoli, condotte dalla Soprintendenza ai beni Archeologici della Toscana, fino allo scavo tuttora in corso nella grande necropoli di Tolle che ha restituito quasi ottocento tombe databili tra la fine dell’VIII e il II secolo a.C.

Di notevole interesse sono stati anche i modesti interventi presso il serbatoio idrico delle Camerelle e soprattutto quelli nel grande complesso termale di epoca romana presso Mezzomiglio, accuratamente indagato da David Soren dell’Università dell’Arizona. Oggetto di scavo sono stati anche alcuni siti dei epoca preistorica esplorati da Maria Teresa Cuda, direttore del Museo Civico di Cetona, che hanno rilevato aspetti di grande interesse finora ignorati sulle fasi più antiche di occupazione del territorio. In altre parole l’esperienza messa in atto nel territorio di Chianciano Terme appare per alcuni aspetti esemplare, poiché a una intensa attività di ricognizione sul terreno, con copertura integrale del territorio comunale, avvenuta nella seconda metà degli anni Ottanta del secolo scorso, hanno fatto seguito indagini di scavo programmate, rivolte a una migliore conoscenza del popolamento antico di età preistorica, etrusca e romana, mentre manca tuttora un’indagine stratigrafica su un sito di epoca medievale.

  • Autore a cura di Giulio Paolucci
  • Anno 2008
  • Formato 22,5 x 29,5 cm.
  • Pagine 240 pp., ill
  • ISBN 978-88-7145-259-3

9 other products in the same category: