Contrada della Chiocciola - L’oratorio dei SS. Pietro e Paolo

Contrada della Chiocciola - L’oratorio dei SS. Pietro e Paolo Ingrandisci

Restauri 2009

Maggiori dettagli

  • Autore: a cura di Sonia Corsi
  • Anno: 2009
  • Formato: 21 x 29 cm.
  • Pagine: 56 pp., ill.
  • ISBN: 978-88-7145-287-6

8,00 €

10 Articoli disponibili

Aggiungi alla lista dei desideri

Nessun punto fedeltà per questo prodotto.


Le chiese o gli oratori di contrada a Siena sono di solito accompagnati da un ricco, se non ricchissimo, e antico corredo di pitture, sculture, arredi, che ne fanno dei veri e propri contesti d’arte, connessi peraltro con i relativi musei, laddove la geografia culturale si apre dall’orizzonte del sacro a quello più laico, ma ugualmente fideistico, del Palio.

La chiesa dei SS. Pietro e Paolo, oratorio della Chiocciola, non fa eccezione e nel suo alveo il tempo e la storia hanno depositato materiali artistici di notevolissimo livello che, a tutt’oggi, formano un tessuto fitto e inscindibile, dove niente può essere tolto o dimenticato senza una perdita del valore culturale e morale del luogo.

Qualsiasi operazione di tutela rivolta a questo contesto è da ritenersi meritoria, non solo per il salvataggio di un’opera d’arte, ma anche per la conservazione di un unicum che è portatore di valori identitari legati a un passato e a una vicenda storica che sono parti integranti della vita di ciascun contradaiolo.

Non è pertanto necessario che le singole porzioni di tale complesso assetto, siano di per sé opere apicali, ma sono sicuramente bastevoli per esercitare il loro dominio simbolico e mnemonico nella mente e negli occhi di chi, per tutta una vita, le ha viste contrassegnare, come una segnaletica familiare, un luogo, un posto, una collocazione. La loro ipotetica perdita sarebbe doppiamente sensibile, sia come tassello della storia, sia come particella della memoria collettiva e individuale.

È dunque con spirito gratissimo che vedo ritornare alla loro genetica posizione le sette tele dell’oratorio della Chiocciola dopo l’attento restauro che le ha riportate a una salubrità la quale, prima ancora che fisica, è visiva, cioè di lettura ritrovata nel pieno delle proprie caratteristiche di linguaggio formale.

In questo senso si potrebbe anche intitolare questo evento “I Montorselli ritrovati”, tale è lo splendore pittorico del quale di nuovo si fregiano i quattro grandi quadri con gli Evangelisti, vero e proprio tour de force pittorico raggiunto attraverso uno stile figurativo alla “romana”, opera di questo meno noto artista del ’600 a Siena, che nel restauro ha ritrovato gli impasti materici, gli accordi cromatici balenanti, la forza quasi brutale delle figure dominanti.

Quattro capolavori che onorano la storia culturale della Chiocciola così come si riflette nello specchio della sua chiesa.

  • Autore a cura di Sonia Corsi
  • Anno 2009
  • Formato 21 x 29 cm.
  • Pagine 56 pp., ill.
  • ISBN 978-88-7145-287-6